• ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Come gestire il cuore spezzato

Come riuscite voi a lavorare e a concentrarvi quando avete il cuore a pezzi?

C’è chi si sforza di distrarsi.
Chi si chiude.
Chi indossa una maschera.
Chi cerca un colpevole, per anestetizzare il male.
Indurirsi viene spesso confuso con un segno di forza.
Invece così il dolore si amplifica.
E resta sterile.

Io non ho  una ricetta che vale sempre e per tutti.
Personalmente, metto il dolore dentro tutto quello che devo fare e lascio che si trasformi.

E lascio che mi trasformi. 

Questo non significa essere deboli o sbandierare la sofferenza, ma semplicemente essere tanto solidi da potersi permettere di essere veri e interi anche quando siamo in preda alla disperazione e abbiamo perso tutti i punti di riferimento.
E significa avere fiducia nel processo, anche se non abbiamo idea di dove ci porterà…

Commenti chiusi